closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Perché Israele danneggia la pace e gli stessi ebrei

Guerra promessa. In Occidente il sostegno a Tel Aviv unisce governi di destra e di sinistra, partiti e intellettuali soprattutto dalla «guerra dei 6 giorni» del 1967. Da quando è un laboratorio di armi

Manifesto elettorale di Benjamin Netanyahu

Manifesto elettorale di Benjamin Netanyahu

La domanda è perché gli israeliani agiscono in piena impunità e con il sostegno americano e europeo? Le risposte sono due. La prima riguarda il ripudio del passato. L’israeliano si vergogna dello stato di minorità in cui per secoli sono vissuti i suoi antenati, dai ghetti ai progrom, sino al loro comportamento come vittime nei campi di sterminio nazista. Salva appena la rivolta del ghetto di Varsavia ma si chiede perché altrove non si sono ribellati, perché tanta passività. Profondo è il disprezzo per la loro acquiescenza cui lo Stato di Israele ha infine posto rimedio. Per dimostrarlo serve un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi