closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Per ritrovare la frontiera sociale abbandonata dal Pd

Sinistra . Il partito è un organismo vivente. Se vengono meno il senso di appartenenza, valori e ideali condivisi, dirigenti riconosciuti, si riduce a poco più di un guscio vuoto

Le dimissioni di Zingaretti non riguardano solo il Pd, ma quanti a sinistra lavorano per un campo largo, democratico e progressista. I tempi sono stretti. C’è stata la rottura del fragile equilibrio su cui si reggeva l’alleanza di tra Pd, 5S, Leu e Italia viva. E le espressioni del potere economico- finanziario hanno segnato un punto a loro favore. In questa cornice è esplosa la crisi del Pd. È una crisi che viene da lontano, dalle contraddizioni che si porta dietro dalla sua fondazione nel 2007. La cosiddetta «fusione a freddo» tra gli eredi della tradizione comunista e cattolico-democratica della Dc...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi