closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Per ricostruire serviranno 3-4 miliardi, e il «modello Expo» sbarca nel cratere

Terremoto tra Marche e Lazio del 24 agosto. Entro la prima settimana di ottobre Palazzo Chigi fisserà per decreto definitivamente i danni del terremoto, e duellerà con l’Ue per i fondi

Il commissario alla ricostruzione Errani e Matteo Renzi

Il commissario alla ricostruzione Errani e Matteo Renzi

«Tutto tornerà come prima». Anche se niente è più come prima. Il presidente del consiglio Matteo Renzi, insieme al capo della protezione civile Fabrizio Curcio e al commissario per la ricostruzione Vasco Errani, è tornato a parlare del terremoto che ha demolito i paesi al confine tra le Marche e il Lazio. Lo ha fatto durante un incontro a Palazzo Chigi per fare il punto della situazione a un mese dal sisma. «Il percorso – ammette Renzi – è stato complicato, ma ben coordinato. Sindaci e regioni hanno collaborato, è un tratto che dovrebbe sempre contraddistinguerci. Questi paesi saranno ricostruiti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.