closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Per preservare la stabilità Pechino estende i diritti dei lavoratori migranti

Cina. Il crollo degli ordini dall'estero sta colpendo duramente le piccole e medie imprese cinesi, quelle che assorbono l'80% della forza lavoro

Un lavoratore migrante alla stazione di Pechino

Un lavoratore migrante alla stazione di Pechino

Le immagini in arrivo dalla provincia del Guangdong non lasciano spazio a dubbi: a poche settimane dalla rimozione del lockdown, l'economia cinese stenta a ripartire. Chi era tornato nel cuore industriale del paese in cerca di lavoro si appresta a fare le valige e a compiere il viaggio inverso. Nella città d'origine probabilmente non troverà opportunità migliori, ma la vita da migranti nella provincia culla del manifatturiero cinese ha costi insostenibili in tempi di contrazione economica, la prima sperimentata dal gigante asiatico negli ultimi quarant’anni. Come altrove, anche in Cina, sono soprattutto le classi disagiate a pagare il prezzo della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.