closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Italia

Per l’emergenza, l’arruolamento dei medici-militari per un anno sarà diretto

Bollettino di guerra. Nessun concorso dunque per le figure richieste da inserire nelle file dell"Esercito per un anno ma una procedura straordinaria d'urgenza: richieste la "sola" laurea magistrale in medicina e chirurgia e l'abilitazione all'esercizio della professione per i medici

Un mezzo dell'esercito italiano

Un mezzo dell'esercito italiano

L’esercito italiano si prepara ad affrontare la guerra contro un nemico invisibile. Centoventi ufficiali medici e duecento sottufficiali infermieri verranno arruolati in maniera diretta per un anno dal Ministero della Difesa per far fronte all’emergenza sanitaria.

Emanata con decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 una procedura straordinaria per il reclutamento diretto di personale sanitario da inserire nei reparti.  Quella che sembra essere una diffusione inarrestabile del virus e le carenze di organico del sistema sanitario nazionale spingono la Difesa all’arruolamento in forze di soldati medici e infermieri.

Nessun concorso dunque per le figure richieste da inserire nelle file dell”Esercito per un anno ma una procedura straordinaria d’urgenza: richieste la “sola” laurea magistrale in medicina e chirurgia e l’abilitazione all’esercizio della professione per i medici; laurea in scienze infermieristiche e abilitazione professionale per i futuri marescialli infermieri oltre all’idoneità psicofisica.

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica, dal 18 al 25 marzo, dopodiché i candidati verranno convocati per le visite mediche nei vari reparti sanitari. Chi è stato inoltre già sottoposto a visite mediche nelle Forze Armate negli ultimi dodici mesi, ottenendo l’idoneità psicofisica, potrà saltare anche questa fase di selezione. Una volta giudicati idonei dal punto di vista psicofisico una commissione di avanzamento invierà i neo arruolati ai vari reparti di impiego. Gli ufficiali riceveranno il grado di tenente e i sottufficiali di maresciallo, del Corpo sanitario dell’esercito.

Le figure che avranno la precedenza nell’arruolamento sono quelle specializzate in anestesia e rianimazione, malattie infettive, pneumologia e medicina interna.

All’atto della domanda sul sito del Ministero della Difesa andranno indicate le eventuali specializzazioni possedute, e allegato un curriculum vitae in formato europeo dove poter inserire i titoli e le esperienze lavorative. Il limite massimo di età per accedere è di 45 anni. Sara ovviamente necessario non essere stati giudicati “permanentemente non idonei al servizio militare”, non avere riportato condanne penali per delitti non colposi, non essere stati destituito dalle Forze Armate. I requisiti devono essere posseduti alla data del 16 marzo e mantenuti fino alla data dell’arruolamento, ad esclusione del limite di età.


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna