closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Per la pace marciare non basta

Perugia-Assisi. Le scadenze rituali sono tutt'altro che superflue. Ma l’impegno pacifista non è una scelta morale. Si costruisce attraverso scelte politiche

Marcia per la pace Perugia-Assisi

Marcia per la pace Perugia-Assisi

Quando viene convocata una marcia Perugia-Assisi raramente resisto al richiamo della foresta. Quest’anno, con la guerra dappertutto, più che mai. E perciò, nonostante la stampella, ci sono andata: per il convegno promosso dai sindacati, dall’Arci e qualche altra associazione il sabato, e, almeno per la partenza, al solito magnifico Frontone, del corteo coordinato da Flavio Lotti, la domenica mattina. Io credo che le scadenze in qualche modo rituali non siano superflue, aiutano la memoria e questa serve. (Le donne, per esempio, hanno imparato a fare buon uso del vecchio 8 marzo). Ho detto richiamo della foresta perché, come i più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi