closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Per gli Usa la caduta di Kabul è colpa di Ghani

Afghanistan. L'intervista di Zalmay Khalilzad sul «Financial Times»: i Talebani avevano concordato due settimane di tregua ma il presidente è fuggito prima

Khalilzad e Ghani

Khalilzad e Ghani

Tutta colpa di Ashraf Ghani e della sua fuga precipitosa dal Paese, il 15 agosto scorso, quando i Talebani sono entrati a Kabul. C’era un accordo per una transizione politica graduale, due settimane di tregua che avrebbero consentito un trasferimento di potere meno traumatico. Ma la fuga del presidente tecnocrate ha sparigliato le carte in tavola. E i Talebani si sono ritrovati con tutto il potere nelle mani, tutto insieme. Così racconta Zalmay Khalilzad, l’inviato speciale degli Usa nominato nel 2018 dall’allora presidente Donald Trump e artefice dell’accordo bilaterale firmato a Doha il 29 febbraio del 2020. IERI IL «FINANCIAL...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.