closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Per Cambridge il rischio di Regeni era zero

Caso Regeni. Dall’ateneo arriva agli investigatori italiani un documento firmato da Giulio e dalla supervisor: «In Egitto nessun pericolo». Inquirenti del Cairo oggi e domani in Procura a Roma. Tre oppositori morti in carcere

La fiaccolata per Giulio organizzata da Arci e Amnesty lo scorso 25 luglio a Roma

La fiaccolata per Giulio organizzata da Arci e Amnesty lo scorso 25 luglio a Roma

Giulio Regeni e la sua supervisor dell’Università di Cambridge, Maha Abdelrahman, firmarono un’attestazione del rischio in cui si dichiarava che non esistevano pericoli nello svolgere una ricerca sui sindacati indipendenti in Egitto, sul campo. È uno dei documenti consegnati dall’università britannica alla Procura di Roma il 22 agosto, dopo la rogatoria del 6 giugno. Dieci faldoni che contengono un fascicolo personale sulla Abdelrahman e le mail inviate e ricevute da Giulio nell’account istituzionale dell’ateneo. Mancherebbero invece dettagli sull’attività di ricerca in sé, su chi l’abbia pensata e su chi abbia fornito a Regeni i contatti usati al Cairo. Ma è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.