closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Pensionamenti e solidarietà, accordo Telecom-sindacati

Telecomunicazioni. I 4.500 esuberi gestiti con uscite volontarie. Il neo ministro Di Maio presente alla firma. Ora il referendum fra i lavoratori. La Cgil: lo scorporo della rete non cambia il perimetro

Una scritta Telecom davanti palazzo Chigi

Una scritta Telecom davanti palazzo Chigi

<HS2>Il primo accordo con Di Maio ministro, il primo accordo con Tim in mano agli americani di Elliott con Cassa depositi e prestiti nell’azionariato. Alla fine di un lungo negoziato l’amministratore delegato Amos Genish - messo dai francesi di Vivendì ma rimasto in sella anche con il fondo americano - e i sindacati hanno sottoscritto un accordo per gestire i 4.500 esuberi. Se la proposta iniziale dell’azienda - contenuta nella procedura avviata al ministero lo scorso 16 maggio - era di gestirli con la cassa integrazione straordinaria per 29.763 lavoratori, alla fine i sindacati confederali sono riusciti a trasformare lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.