closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Pena dimezzata alla Russia, ma a Tokyo 2021 non ci sarà

Sport. Ridotta la squalifica per doping dal Tas, gli atleti russi non potranno comunque partecipare ai prossimi giochi olimpici giapponesi

Dimezzata la pena per il doping di Stato, ma a luglio a Tokyo, dopo il rinvio della scorsa estate, la Russia non ci sarà. Assente, dopo PyeongChang 2018 (invernali) e così sarà anche ai Giochi olimpici di Pechino del 2022. Il Tribunale arbitrale dello sport (Tas), dopo aver analizzato il ricordo dell’agenzia antidoping russa (Rusada) ha infatti deciso di dimezzare la condanna per la Russia, colpevole di aver costruito una fabbrica del doping nel laboratorio di Mosca. Un compromesso, come spesso avviene nelle stanze del Tas - una sentenza ridicola secondo l'agenzia antidoping americana (Usada) -, che impone alla Russia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi