closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Pecorella: scelga i servizi sociali. Potrà fare politica

L'ex avvocato. Consigli a Berlusconi: la legge Severino non c’entra con la retroattività. Problemi di costituzionalità non si pongono ora, ma al limite per le prossime elezioni. E la clemenza si può escludere

Gaetano Pecorella (a destra) al tempo in cui difendeva Silvio Berlusconi (a sinistra)

Gaetano Pecorella (a destra) al tempo in cui difendeva Silvio Berlusconi (a sinistra)

Gaetano Pecorella, a lungo avvocato di Silvio Berlusconi e parlamentare del Pdl (ma da un anno è fuori dal partito) suggerisce al suo antico cliente di scegliere l’affidamento ai servizi sociali. In questo modo non gli sarebbe inibita l’attività politica? No, l’unica limitazione che il giudice deve necessariamente porgli è il divieto di espatrio, la pena deve essere scontata sul territorio dello stato. Non ci sono altri vincoli particolari, se non quelli legati alla personalità del condannato. Per dire, a uno stalker si può vietare di frequentare certe zone particolari della città dove vivono le sue vittime. Per il resto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi