closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Pechino-Taipei: dietro lo scontro c’è la diplomazia dei microchip

Semiconduttori. i rapporti commerciali sono andati avanti. E per certi versi anche quelli diplomatici, solo senza la rappresentanza dei rispettivi governi. Il ruolo di "ambasciatori" è ricaduto sui colossi tecnologici

La stretta di mano era durata circa un minuto. Il palcoscenico era l'hotel Shangri-La di Singapore e il menù della cena prevedeva gamberi, asparagi fritti e noodles piccanti. Il tutto bagnato da due bottiglie di Kaoliang, il liquore prodotto nelle Kinmen. I due astanti erano Xi Jinping e Ma Ying-joeu. Era il 7 novembre 2015. Da lì a poco, a Taipei sarebbe arrivata Tsai Ing-wen sull'onda del "movimento dei girasoli". Tra telefonate di Donald Trump e legami strategici con gli Stati Uniti da una parte, muscoli in bella mostra e pressioni militari dall'altra, il dialogo politico tra le due sponde...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.