closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Pechino protegge il suo export hi-tech. Nessun limite per le terre rare

Risposta cinese all'offensiva trumpiana. Nell’elenco sono finiti prodotti hi-tech, chip, apparecchiature e servizi che utilizzano la crittografia commerciale orientata a settori come i servizi elettrici e finanza. Un po’ a sorpresa, non saranno soggette a restrizioni le terre rare, i 17 metalli presenti nei dispositivi hi-tech e fondamentali per il loro assemblaggio e funzionamento

L'Expo tecnologico di Hangzhou svoltosi a settembre 2020

L'Expo tecnologico di Hangzhou svoltosi a settembre 2020

Nell’ambito della guerra tecnologica tra Cina e Usa, Pechino risponde all’offensiva dell’amministrazione Trump con l’introduzione di nuove leggi per proteggere “la sicurezza nazionale e gli interessi” del Paese. Il Pcc non ha gradito le restrizioni di Washington sulle esportazioni alla compagnia Smic, il più avanzato produttore cinese di semiconduttori, e tanto meno ha apprezzato la campagna promossa a livello internazionale contro Huawei e Zte. E pertanto ha adottato una contromisura. Dal 1° dicembre è in vigore la Legge sul controllo delle esportazioni (Ecl), con l’obiettivo di limitare l’export di beni e servizi ritenuti sensibili. Secondo quanto riportato dai media di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi