closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Pechino all’Asean sul Myanmar: «Diffidate da interfenze esterne»

Asia. Manila contro Pechino per un movimento di navi cinesi nelle zone contese del mar cinese meridionale

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi

Oltre 500 vittime complessive, sei nel week end appena trascorso: il Myanmar non ha pace e soprattutto la giunta militare sembra non incontrare particolari problemi nella sua gestione del «post golpe». Ieri sulla situazione nel paese è tornato a intervenire il ministro degli esteri cinese Wang Yi. Secondo Pechino, infatti, i paesi dell’Asean devono tenere presente il rischio di «influenze esterne» nella gestione diplomatica del dossier birmano. Wang Yi nelle settimane scorse ha incontrati i suoi omologhi di Singapore, Malaysia, Indonesia e Filippine nel Fujian, in Cina. Wang ha detto che dovrebbero essere compiuti sforzi per fermare l'escalation delle tensioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.