closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Pechino all’Asean sul Myanmar: «Diffidate da interfenze esterne»

Asia. Manila contro Pechino per un movimento di navi cinesi nelle zone contese del mar cinese meridionale

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi

Oltre 500 vittime complessive, sei nel week end appena trascorso: il Myanmar non ha pace e soprattutto la giunta militare sembra non incontrare particolari problemi nella sua gestione del «post golpe». Ieri sulla situazione nel paese è tornato a intervenire il ministro degli esteri cinese Wang Yi. Secondo Pechino, infatti, i paesi dell’Asean devono tenere presente il rischio di «influenze esterne» nella gestione diplomatica del dossier birmano. Wang Yi nelle settimane scorse ha incontrati i suoi omologhi di Singapore, Malaysia, Indonesia e Filippine nel Fujian, in Cina. Wang ha detto che dovrebbero essere compiuti sforzi per fermare l'escalation delle tensioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi