closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Paul Weller «Non voglio più etichette per la mia musica»

Intervista. Nuovo album «Saturn Pattern» per Paul Weller: «In Inghilterra la politica ha distrutto il senso di appartenenza sociale»

Prima di guadagnarsi l’appellativo di Modfather, prima degli Style Council, prima di Stanley Road, prima di diventare l’icona di un’Inghilterra che ha saputo raccontare per oltre tre decenni, prima di tutto ciò Paul Weller era John William, un giovane del Surrey, che sognava Londra e i Beatles e che mai si sarebbe immaginato di trovarsi quarant’anni dopo a presentare il suo ultimo disco solista, Saturn Pattern all’undicesimo piano di un grattacielo di Milano. E nel suo ultimo album ritorna ancora quel suo primo amore, la Londra di In the City, singolo di debutto di Weller e i suoi The Jam...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.