closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Patrizio Bianchi, l’ascesa dalla task force di Azzolina alla guida del ministero dell’Istruzione

Il ritratto. Un’economista teorico del «territorio educante» in continuità con la stagione delle riforme che hanno trasfigurato la scuola italiana. In vista del «Recovery Fund» che il governo Draghi dovrà realizzare si spende molta enfasi a descrivere l'istruzione come «formazione professionale, competenze e eccellenze»

Patrizio Bianchi

Patrizio Bianchi

Il programma di governo del neoministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, docente di economia applicata e già a rettore a Ferrara con interessi sulla riforma della pedagogia e dell'istruzione, è stato esposto il 9 giugno 2020 in un'audizione alla commissione cultura della Camera. In quella sede Bianchi espose le conclusioni del rapporto della «task force» voluta dall'ex ministra Azzolina e mai rese del tutto note. Con un’indubbia capacità comunicativa e retorica, basata sulla neo-lingua dei manager e degli economisti dell'istruzione, Bianchi ha ripreso il concetto di «autonomia» formalizzata dalla riforma Berlinguer-Zecchino (2000) e strutturata dalla «Buona scuola» di Renzi (2015), riforme-emblema di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.