closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Patrimoniale inammissibile». Destra e renziani festeggiano

La Manovra. La commissione Bilancio boccia l’emendamento - una tassa - perché senza copertura. Fratoianni e Orfini: lo ripresenteremo al senato. Bocciata anche la norma anti Unicredit-Mps

La notizia arriva all’ora di pranzo. L’emendamento alla manovra che prevedeva una patrimoniale è stato giudicato inammissibile dalla commissione Bilancio della camera per «carenza o inidoneità della compensazione». Incredibilmente la tassa che la destra tacciava di «mettere le mani nelle tasche degli italiani» avrebbe mancanza di copertura, costerebbe troppo allo stato. «Ci sembra incredibile che un’imposta che garantisce maggior gettito venga respinta con questa motivazione. Per questo faremo ricorso contro questa decisione e ci aspettiamo una spiegazione, numeri alla mano, del perché questo sia accaduto», affermano subito in una dichiarazione congiunta Nicola Fratoianni e Matteo Orfini primi firmatari dell’emendamento sull’abolizione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi