closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Patrick Zaki: «Sono esausto e depresso»

Egitto. Il messaggio della famiglia dopo la visita di sabato in carcere: lo studente egiziano sta male. Amnesty: Il governo intervenga. Di Maio: Siamo impegnati nel rilascio

Patrick Zaki

Patrick Zaki

«Nostro figlio è esausto». Si apre così il messaggio della famiglia di Patrick Zaki affidato alla pagina Fb "Patrick Libero". La madre dello studente egiziano dell’università di Bologna lo ha visto in carcere sabato e ieri ne ha dato notizia: «Patrick non era affatto se stesso, ci ha letteralmente spezzato il cuore. Le sue parole sono state: "Sono fisicamente e mentalmente esausto, non ne posso più di stare qui". Parole che ci hanno lasciato in lacrime, dato che siamo incapaci di aiutare nostro figlio in questa situazione straziante. Inoltre è diventato talmente depresso da dire: "Raramente esco dalla mia cella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi