closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Passato e futuro di una grammatica della musica

Improvvisi. Il panorama musicale novecentesco appare non dissimile dall’articolatissimo arcipelago preclassico: un novero di maniere diversificate per quanto è varia e polivoca la geografia di una società cosmopolita...

Luciano Berio

Luciano Berio

Il panorama musicale novecentesco appare non dissimile dall’articolatissimo arcipelago preclassico: un novero di maniere diversificate per quanto è varia e polivoca la geografia di una società cosmopolita. Sebbene il XX secolo sia stato diversamente e più diffusamente radicale sul piano dello sperimentalismo linguistico, l’assorbimento in chiave regolativa di elementi innovativi ha, com’era prevedibile, continuato ad agire. Anzi, molto più di quanto non sia avvenuto nella letteratura contemporanea, determinati scarti, nell’accezione del formalismo russo, ovvero tratti di alterità della lingua, si sono via via sedimentati e hanno finito per nutrire le più giovani generazioni di compositori. È tanto vero questo, quanto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi