closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Passa la linea dura, respinto al mittente l’ultimatum della Ue

Manovra spericolata. La risposta alla richiesta di aggiustare i conti contiene formule vaghe, rinviate al Def. E la rivendicazione dei successi del governo

Gentiloni e Padoan

Gentiloni e Padoan

L’Italia scommette sulla debolezza di Bruxelles e sceglie la linea più dura, quella voluta sin dall’inizio da un Matteo Renzi che ha in mente solo le elezioni e le relative necessità di propaganda. La lettera italiana di risposta alla richiesta europea di correggere la legge di bilancio per lo 0,2%, pari a 3,4 miliardi, doveva essere, secondo le indiscrezioni dei giorni scorsi, «anodina». E’ molto di meno: un brogliaccio nel quale non è letteralmente scritto niente se non le formule più vaghe che ci si possa immaginare. Nulla di preciso, nulla di quantificato, nulla di definito nel tempo. Il gioco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.