closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Passa la linea Draghi-Speranza, riaperture ma con prudenza

Riaperture. Si riparte con gradualità: nelle regioni gialle a casa alle 23. Sul coprifuoco Salvini cede. Il Cdm vara il decreto. Sale al chiuso nei ristoranti agibili solo dal 1 giugno

Milano

Milano

Per una volta sono, o almeno sembrano, tutti d'accordo e forse non poteva andare diversamente. Se, pochissimi giorni dopo aver votato un odg di maggioranza sulle riaperture, i firmatari si fossero azzuffati alla prima prova pratica l'effetto sarebbe stato desolante. Letta si intesta senza esitazioni l'agenda del governo: «Linea giusta: riaperture irreversibili, cioè graduali e basate su evidenze scientifiche». La Lega, che in realtà avrebbe voluto maggior celerità e ha scelto di guardare il proverbiale bicchiere mezzo pieno, si affida all'informalità delle fonti ed esprime «soddisfazione, nonostante le resistenze di qualcuno, per le nuove riaperture». Però promette anche di tornare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi