closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Partigiani in autostrada

Storie. Un murales che ricorda la resistenza a Reggio Emilia non piace ad Autostrade che chiede di toglierlo. Scatenando la rivolta di Anpi, Regione e della città: «La memoria non si tocca»

Nessuno tocchi il murales dei partigiani di Reggio Emilia. Nemmeno Autostrade, che ha tentato con un blitz di farlo rimuovere perché, così ha sostenuto la società per azioni che gestisce la A1, distrarrebbe gli automobilisti. Non succederà. Tutta la città è insorta contro l’ultimatum: dieci giorni per cancellare il murales di Casa Manfredi, a Villa Sesso, vicino al tragitto autostradale. A prendere le difese dell’opera che celebra i partigiani uccisi dai fascisti nel 1944 anche Comune e Regione e così, dopo le minacce legali, Autostrade è stata costretta a tornare sui suoi passi. «La Direzione di Tronco di Bologna di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi