closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Parlare di complicità polacche nella Shoah proibito per legge

Polonia. Reazione dura da Israele alla norma in discussione che prevede il carcere fino a tre anni

Fino a tre anni a carcere per chi utilizza frasi come «campi della morte polacchi». È uno dei punti dell’emendamento votato al Sejm, la Camera bassa del parlamento polacco, con 279 voti a favore, 5 contrari e 130 astenuti. Per diventare legge il provvedimento approvato venerdì scorso dovrà adesso passare al vaglio di una commissione del Senat, la Camera alta del parlamento, in attesa della firma del presidente polacco Andrzej Duda. L’iniziativa voluta dal «super-ministro» Zbigniew Ziobro, che riunisce nella sua persona le funzioni della procura generale con quelle del ministero della Giustizia, mira a prevenire l’attribuzione dei crimini compiuti dal...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.