closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Parlamento essenziale», ma guai a parlare di vaccini ai parlamentari

Il governo dell'emergenza. Polemiche per un'iniziativa di 36 senatori di tutti i gruppi. Mentre negli Usa il Congresso è stato subito immunizzato senza discussioni, in Germania il presidente Schäuble ha chiesto lo stesso e in Portogallo si è già partiti per un primo gruppo

L'ingresso al senato della Repubblica

L'ingresso al senato della Repubblica

La pietra dello scandalo è negli atti del senato al numero 3-02324 e su quella pietra stanno seduti i 36 senatori di tutti i gruppi parlamentari che hanno sottoscritto l’interrogazione al ministro Speranza proposta dalla Udc Paola Binetti. Che vuole sapere se il ministro della salute «non ritenga ormai utile, necessario e improcrastinabile procedere alla vaccinazione urgente dei senatori». Con lei colleghi di Forza Italia, dei 5 Stelle, di Italia viva, del Pd, della Lega, di Fratelli d’Italia, della Autonomie e del gruppo misto. «Casta continua», la sintesi del Fatto quotidiano che ieri ha dato la notizia. Le reazioni sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi