closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Parità nelle regioni, ma è solo un auspicio

Parlamento. Approvata la legge «manifesto» che introduce un sistema di quote nelle liste elettorali dei consigli

Fatta la legge, questa volta non ci sarà neanche bisogno di trovare l’inganno. Perché le nuove «disposizioni volte a garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini nei consigli regionali» approvate con generale entusiasmo ieri, definitivamente, alla camera, rischiano di fare la fine di tutte le leggi «manifesto» che sono utili per i comunicati stampa ma poco efficaci per cambiare lo stato di cose. Che è naturalmente mortificante: zero donne nel consiglio regionale della Basilicata, 3,3% di donne in Calabria, 10% in Puglia, 15 in Umbria e così via. La media nazionale è del 18% di donne. Ma non si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.