closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Papa Francesco si esprime sugli uiguri dello Xinjiang: “Un popolo perseguitato”

Cina/Vaticano. Per la prima volta il pontefice riconosce la tragica condizione della minoranza musulmana nella regione cinese. Pesano i rapporti tra Vaticano e Pechino dopo il rinnovo dell’accordo sulla nomina dei vescovi

Il Papa incontra un gruppo di fedeli cinesi a San Pietro, 2018.

Il Papa incontra un gruppo di fedeli cinesi a San Pietro, 2018.

È un popolo perseguitato. Senza altre definizioni Papa Francesco, per la prima volta, riconosce la minoranza uigura vittima di violenze fisiche e psicologiche per mano di Pechino. Con una frase presente nel suo nuovo libro “Ritorniamo a sognare”, in uscita il prossimo dicembre, il pontefice rompe il silenzio dopo anni di denunce mosse dalle organizzazioni per la tutela dei diritti umani e dai Paesi stranieri sulle oppressioni del Pcc nei confronti della minoranza di etnia turcofona. Papa Francesco però non ha fatto riferimento solo agli uiguri, ma ha menzionato altri esempi di popoli oppressi, come i rohingya e gli yazidi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi