closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Palestinesi oggi alla Cpi, primo passo verso l’incriminazione di Israele

Territori occupati. Il ministro degli esteri Al Maliki avvierà all'ufficio del procuratore della Corte penale internazionale la procedura per l'accertamento di crimini di guerra commessi dai leader politici e militari israeliani. Intanto sale la tensione per la prossima partenza verso Gaza delle navi della Freedom Flotilla

Tra le mani questa mattina il ministro degli esteri dell'Autorità nazionale palestinese, Riyad al-Maliki, stringerà un fascicolo colmo di documenti, uno dei più importanti prodotti dai palestinesi nella loro storia recente, senza dubbio il più temuto dal governo israeliano. Al Maliki consegnerà quel fascicolo all'ufficio del procuratore della Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aia avviando la procedura per l'accertamento di crimini di guerra commessi da Israele, o meglio dai suoi leader politici e militari, nei Territori palestinesi occupati dallo Stato ebraico nel 1967. La richiesta è in tre parti: la prima si concentra sulla colonizzazione ebraica di Cisgiordania e Gerusalemme Est;...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.