closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Palestinesi, negoziate o tacete»: Riyadh fa sua la visione di Tel Aviv

Arabia saudita. Le dichiarazioni del principe Mohammed bin Salman durante il viaggio a New York mostrano ancora una volta la posizione saudita: sì all'«accordo del secolo» di Trump

Mohammed bin Salman e il premier israeliano Netanyahu

Mohammed bin Salman e il premier israeliano Netanyahu

Dopo le dichiarazioni di inizio aprile («Il popolo ebraico ha diritto a uno Stato almeno in parte della propria patria ancestrale») e dopo aver concesso – prima volta nella storia – i cieli sauditi al transito di voli da e per Israele, l’erede al trono di Riyadh Mohammed bin Salman ha dato di nuovo voce ai buoni rapporti che intercorrono tra petromonarchia e Stato ebraico. Secondo la tv israeliana Channel10, durante il suo viaggio negli Stati uniti del mese scorso, il delfino saudita ha accusato la leadership palestinese di tirarla per lunghe nell’accettare il cosiddetto «accordo del secolo» che Trump...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi