closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Palestinesi, negoziate o tacete»: Riyadh fa sua la visione di Tel Aviv

Arabia saudita. Le dichiarazioni del principe Mohammed bin Salman durante il viaggio a New York mostrano ancora una volta la posizione saudita: sì all'«accordo del secolo» di Trump

Mohammed bin Salman e il premier israeliano Netanyahu

Mohammed bin Salman e il premier israeliano Netanyahu

Dopo le dichiarazioni di inizio aprile («Il popolo ebraico ha diritto a uno Stato almeno in parte della propria patria ancestrale») e dopo aver concesso – prima volta nella storia – i cieli sauditi al transito di voli da e per Israele, l’erede al trono di Riyadh Mohammed bin Salman ha dato di nuovo voce ai buoni rapporti che intercorrono tra petromonarchia e Stato ebraico. Secondo la tv israeliana Channel10, durante il suo viaggio negli Stati uniti del mese scorso, il delfino saudita ha accusato la leadership palestinese di tirarla per lunghe nell’accettare il cosiddetto «accordo del secolo» che Trump...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.