closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Palermo unita: no al carcere-hotspot

Migrazioni. Il consiglio comunale vota, parere non vincolante per il Viminale ma dal valore politico. Ora tocca alla Regione

Migranti in arrivo a Palermo

Migranti in arrivo a Palermo

Il consiglio comunale è stato unanime: «no» all’hotspot. Destra e sinistra l’hanno bocciato senza mezzi termini, anche se con motivazioni opposte. Ma la decisione dei 40 consiglieri, dal forte valore politico, non è vincolante; non basta a fermare il progetto del Viminale. La palla ora è nelle mani della Regione siciliana. Anzi, di un assessore. Si chiama Toto Cordaro, ex cuffariano e in passato presidente del consiglio comunale di Palermo. Cordaro ha la delega al Territorio. Sarà lui a decidere se autorizzare la variante al piano regolatore del comune dando così l’ok all’hotspot oppure prendere atto del parere negativo del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.