closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Paesaggi umani di resistenza

Festival. Calais e la Jungle nel quotidiano, le vite solitarie nelle campagne francesi, il Fid Marseille che si è chiuso ieri continua a scommettere su un’immagine eccentrica della realtà

Il Fid 2017, il ventottesimo, si è chiuso, appuntamento al prossimo anno, sul palco insieme ai saluti «di rito», alle giurie, ai premi e ai premiati - nel concorso internazionale Let the summer never come again di Alexandre Koberidze e in quello francese Southern Belle di Nicolas Peduzzi e 7 Veli di Sepideh Farsi - all’allegria e al disappunto, la sodddisfazione di tutta l’equipe festivaliera orchestrata dal direttore artistico Jean-Pierre Rehm per una edizione che è riuscita a vincere anche la scommessa del pubblico. Sale piene, una presenza di giovani - complice il Fid Campus per gli studenti di cinema...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.