closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Padre e figlia, vagabondi fra le macerie del mondo

Al cinema. «Light of my Life» di Casey Affleck, disaster-movie in un futuro post-apocalittico in cui si è estinto il genere femminile

Un padre e una figlia nella fine del mondo, l'atmosfera è un po' quella di La strada (il film di Hillcoat tratto dal celebre romanzo di Cormac McCarthy) ma declinato al femminile – con qualche suggestione alla Handmaid's Tale. L’UMANITÀ disumanizzata che lì lottava per la sopravvivenza a ogni costo – «liberandosi» come accade e non solo in una realtà di guerra di ciò che permette una convivenza quotidiana – in Light of my Life fa sua una variante: l’apocalisse ha sterminato il genere femminile e la figlia del protagonista è forse l'unica donna sopravvissuta. Come difenderla dunque, come proteggerla,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.