closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ozon, sciopero all’Amazon russa

Online retailer. Prime iniziative di protesta dei lavoratori della logistica, decisi a dar battaglia non solo sul salario ma anche sui ritmi e le condizioni di lavoro. L’azienda fa un passo indietro

Incrociano le braccia da sabato i lavoratori della Ozon, l’azienda leader in Russia nel settore dell’online retailer, paragonabile come peso economico e influenza ad Amazon nei paesi occidentali. Con questo sciopero, il primo organizzato nella categoria nella Federazione, si intende protestare contro la revisione delle forme di pagamento delle corse dei trasportatori realizzata dalla società a settembre che, come afferma la Confederazione del lavoro russa, «porta alla perdita secca di quote di salario che vanno dai 5mila ai 15mila rubli mensili (80-220 euro)». Su questo punto particolare l’azienda ha deciso ieri sera di firmare un accordo che recede dalla revisione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.