closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Oxfam, cade la prima testa, si dimette la vice presidente

Terremoto di Haiti. La decisione dopo l’incontro con la ministra allo Sviluppo. Che minaccia un taglio dei fondi

Nell’inferno del terremoto che nel 2010 aveva colpito Haiti, uno dei paesi più poveri, deprivati e sventurati del pianeta, lo staff della britannica Oxfam, una delle massime confederazioni mondiali di ong, era naturalmente lì per aiutare. Ma questo non impediva che alcuni suoi rappresentanti andassero con delle prostitute, anche minorenni, rendendo così quelle persone vulnerabili vittime due volte. È quanto emerge nell’ultimo scandalo di matrice sessuale che riguarda le grandi agenzie di potere occidentale, duro o morbido che sia, di cui Hollywood e Westminster sono solo due dei casi più eclatanti. Simili pratiche non si limiterebbero alla sola organizzazione oxfordiana,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi