closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Overload», ossessioni e divagazioni sulla vita reale

A teatro. L'ultima creazione della compagnia Sotterraneo presentata a conclusione della rassegna Shortheatre

Una scena da «Overload»

Una scena da «Overload»

Parafrasando Cechov, se su una scena compare una vasca con due pesci rossi, prima o poi qualcosa dovrà finirci dentro. La vasca sta, da un lato, sulla scena vuota di Overload, l’ultima creazione di Sotterraneo presentata a conclusione di Short theatre, il bel festival romano diretto da Fabrizio Arcuri. Al centro stanno invece un microfono e un attore, Claudio Cirri, che discetta sul livello di attenzione dei pesci rossi in confronto a quello umano, messo alla prova dal bombardamento di informazioni che ossessiona la modernità. Il «sovraccarico» del titolo. Sono uno scrittore americano, sono morto nel 2008, dice. Cioè, per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.