closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Oumou Sangare, la voce del Mali

Eventi. L'artista in concerto durante 100% Afriques, festival parigino di musica, danza, teatro e mostre d'arte. Nei suoi testi ha affrontato temi scomodi come i matrimoni combinati e la poligamia

Oumou Sangare

Oumou Sangare

La prima serata, dedicata a Kinshasa, con Mbongwana Star, di pubblico nero in sala ce n’è pochino: figurarsi se i congolesi, abituati a concerti e a notti in discoteca che iniziano ad orari improbabili, si presentano ad uno spettacolo che comincia puntuale alle otto, ancora con la luce del giorno; e poi Mbongwana Star è più un progetto a uso del pubblico occidentale che un gruppo per cui frema la diaspora di Kinshasa. La terza serata alla ribalta è Lagos con Seun Kuti, e nigeriani a Parigi non ce n’è gran che. Nella serata di mezzo invece, per celebrare Bamako,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi