closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Otto per mille e “famiglie plurali”, al via il Sinodo valdese

Torre Pellice. Tra gli argomenti in discussione anche crisi economica, omofobia e violenza contro le donne

Prende il via oggi a Torre Pellice, «capitale» delle valli valdesi piemontesi, con un culto guidato dalla pastora Maria Bonafede - fino allo scorso anno prima donna moderatora della Tavola valdese -, il Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi. Si tratta del massimo organo decisionale della storica minoranza cristiana, che in Italia conta 30mila fedeli, regolato secondo criteri di democrazia e parità: 180 «deputati» - 90 pastori e 90 laici, con molte donne - che si riuniscono per discutere e deliberare su questioni di carattere sia ecclesiale sia sociopolitico, senza una gerarchia che decide per tutti. I temi all’ordine del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi