closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Otto milioni di poveri, e la metà non riesce a comprarsi il cibo

Rapporto Istat. Italia fanalino di coda per occupazione e pil pro capite. E per la sanità pubblica investiamo meno di Germania e Francia. Il governo firma un memorandum che lo impegna verso chi ha meno. Camusso: «Servono più risorse»

Otto milioni di poveri in Italia, di cui più della metà (4,5 milioni) è in uno stato di povertà assoluta (non può permettersi cioè neanche il minimo necessario per vivere): la fotografia di Noi Italia, ultimo rapporto Istat, è raggelante. Una serie di diapositive che ci fanno comparire agli ultimi posti in Europa per livelli di occupazione, pil pro capite e altri indicatori del benessere. I DATI DELLA POVERTÀ sono relativi al 2015: quella al livello assoluto coinvolgeva il 6,1% delle famiglie residenti (pari a 4 milioni 598 mila individui). Il 10,4% delle famiglie - in tutto 2 milioni e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi