closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Ottantanove

In una parola. Gli spettri generati dalle rievocazioni del crollo del muro di Berlino, avvenuto 25 anni fa, continuano a vagabondare, reclamano di essere finalmente riconosciuti, forse per poter tornare a riposare in pace.

A rigore un numero non è una parola. O forse è una parola particolare, bisogna pur pronunciare il nome di un numero per significarlo… Ma certi numeri si caricano di significati che vanno ben al di là dell’indicazione quantitativa che una cifra esprime. Da qualche giorno i media ridondano di rievocazioni del crollo del muro di Berlino, avvenuto 25 anni fa, nel 1989. In genere ci si chiede se oggi predomina il pessimismo o l’ottimismo, rispetto alle speranze suscitate da quell’evento largamente imprevisto. Ne ha parlato su questo giornale sabato scorso, come sempre con grande sensibilità e acuta ironia, Luciana...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.