closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Ork, quando il progressive si sposa con l’elettronica

Musica. Pat Mastellotto e Colin Edwin sono gli ospiti di «Soul of an ocopus», il nuovo album della band

Immaginate di voler mettere su una band. Suonate da molto tempo, scartabellate la vostra rubrica con i contatti dei molti musicisti con cui avete collaborato negli anni. Coinvolgete un caro amico che vive come voi a Bologna , poi pensate a due persone fidate a cui proporre le vostre idee, sicuri della loro esperienza. Bene. È andata così anche per gli Ork, più o meno. Solo che nella rubrica di Lorenzo Esposito Fornasari, detto Lef, tra i musicisti da contattare c’erano Pat Mastellotto, che è batterista nei King Crimson da tempo immemore, e Colin Edwin, bassista dei Porcupine Tree. E...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.