closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Ora puoi tornare al tuo paese». Sicilia, un’altra aggressione

Razzismo. Le vittime questa volta sono un tunisino di 16 anni e un nigeriano di 30. Raffadali e Bagheria i luoghi della violenza

Picchiati perché hanno la pelle scura. Ancora odio razziale in Sicilia, dove il regime della paura continua a fare registrare preoccupanti aggressioni. Le vittime questa volta sono un tunisino di 16 anni e un nigeriano di 30. Raffadali e Bagheria i luoghi della violenza. IL MINORE È STATO COLPITO al volto con lo sportello dell’auto, preso a calci e pugni, lasciato dolorante per strada: il suo aggressore, allontanandosi, gli ha urlato: «Ora te ne puoi tornare al tuo paese». I responsabili della comunità per minori «La mano di Francesco», dove il tunisino vive da alcuni anni, hanno presentato una denuncia ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.