closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Ora mannaia sui media turchi»

Turchia. Intervista al giornalista del quotidiano Hurriyet Yusuf Kanli: «Il timore adesso è che la campagna di arresti di massa si allarghi ai reporter». Sono già 18 le agenzie web oscurate da venerdì notte

Il premier turco Yildirim

Il premier turco Yildirim

L'immagine che resterà del fallito golpe militare turco di venerdì notte è il volto del presidente Erdogan dallo schermo di uno smartphone intento ad incitare il popolo: scendete in piazza per fermare i golpisti. Un surreale ribaltamento dell'immaginario del regime di Ankara che della guerra ai social network e all'informazione indipendente ha fatto una delle colonne portanti del sistema istituzionalizzato di repressione. Mentre Erdogan si faceva prestare il telefono da una giornalista della Cnn Turk, i turchi affollavano i bar di Istanbul e Ankara, appiccicati alle tv per capire cosa stesse accadendo. Dalle case si tentava di aggirare gli oscuramenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.