closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Ora basta violenze». Ma donne e società civile non ci credono

Emergono gli orrori dell’avanzata verso Kabul. I Talebani: «Danni collaterali, non accadrà più». E l’aeroporto resta una trappola

All’aeroporto di Kabul si continua a giocare una drammatica partita politica e umanitaria, dopo 6 giorni dalla presa del potere dei Talebani e con le truppe americane ancora nel Paese. L’aeroporto è una trappola per i civili, anziché una via di fuga sicura. Di fronte al caos di questi giorni, il presidente Joe Biden torna a parlare pubblicamente dell’Afghanistan, impegnandosi per l’evacuazione dei connazionali, degli alleati e del personale a rischio. Ma dovrà passare per il via libera dei Talebani, che controllano il perimetro dell’aeroporto e quasi l’intero Paese. Come riconosce Vladimir Putin, che ieri in una conferenza stampa al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.