closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ora anche Biden parla di tregua, ma Netanyahu vuole la testa di Hamas

Guerra Promessa. Il premier israeliano ieri, incontrando i rappresentanti di 70 paesi, ha affermato la volontà di continuare l'offensiva che ha già ucciso circa 230 palestinesi a Gaza. E non ha escluso la riconquista della Striscia.

Altro che cessate il fuoco, altro che la «de-escalation» che avrebbe chiesto Joe Biden. Benyamin Netanyahu ieri non ha solo ribadito di essere «determinato a continuare questa operazione (l’attacco a Gaza, ndr) fino a quando il suo obiettivo sarà raggiunto», ma incontrando i rappresentanti diplomatici di 70 paesi - inclusi quelli di Usa, Ue, Russia e Cina - ha affermato che sul tavolo c’è anche la riconquista della Striscia di Gaza. Il focus è sulla «deterrenza» ha spiegato, ma ogni opzione è sul tavolo. «(I nemici) Puoi sconfiggerli e questa è sempre una possibilità aperta oppure puoi scoraggiarli» ha aggiunto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi