closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Ora a Livorno il Pd ha paura

Comunali. Il ballottaggio era atteso, non la forbice del 17% fra il voto europeo e quello cittadino. Il M5S sogna il bis di Parma

Il candidato pentastellato Filippo Nogarin

Il candidato pentastellato Filippo Nogarin

Ora in casa Pd sperano nell'arrivo di Matteo Renzi e nell'effetto trascinamento che il leader vittorioso potrebbe dare al candidato dem Marco Ruggeri. Perché la paura di perdere Livorno c'è. Non tanto per il ballottaggio, che era dato per certo da settimane, quanto per l'incredibile forbice registrata fra il voto alle europee e quello per Palazzo Civico. In percentuale sono diciassette punti, dal 52,7% al 35,3%, che equivalgono a quasi 15mila elettori. Passati dalla preferenza al partitone tricolore su una scheda, a un voto diverso sull'altra. Tutto nel giro di pochi secondi. La schizofrenia nella manifestazione del consenso al partito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi