closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Opposizione interna siriana contro l’attacco Usa

Damasco. Il Comitato nazionale di coordinamento respinge l'aggressione esterna al Paese e insiste per una soluzione negoziata della guerra civile

Hassan Abdel Azim (al centro) assieme ad altri esponenti del Comitato nazionale di coordinamento

Hassan Abdel Azim (al centro) assieme ad altri esponenti del Comitato nazionale di coordinamento

L’intervento militare americano invocato e implorato dal fronte anti-Assad con base all’estero e che fa capo alla Coalizione Nazionale (CN), provoca invece non pochi tormenti ad altre formazioni siriane di opposizione. Il dibattito è aperto ma l'opposizione politica all'interno della Siria – tollerata entro certi limiti dal governo - respinge l’aggressione che stanno preparando gli Stati Uniti. «Siamo determinati a trovare una soluzione politica e insistiamo per la convocazione della conferenza di Ginevra II», spiega l'avvocato Hassan Abdel Azim, il coordinatore generale del Comitato nazionale di coordinamento (NCC). «La violenza deve finire, perché non minaccia solo la Siria ma anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi