closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Opere nell’oscuro, problema ricettivo dell’Ottocento

Rosella Mamoli Zorzi – curatrice insieme a Katherine Manthorne del volume From Darkness To Light. Writers In Museum 1798-1898, Open Book Publishers, prossimamente in versione edizione italiana per la Società Dante Alighieri. Sia James che Ruskin si dolevano di non poter apprezzare le opere d’arte, data la scarsa illuminazione dei contesti... Un volume a più voci sull'intrigante problema

Visita notturna al Museo-Gypsotheca Antonio Canova, Possagno

Visita notturna al Museo-Gypsotheca Antonio Canova, Possagno

«Andai a Treviso, a Bassano, a Castelfranco; feci passeggiate a piedi e in carrozza, visitando vecchie chiese ammuffite con dipinti male illuminati». Così racconta il protagonista del Carteggio Aspern,il romanzo breve di Henry James che si svolge nella Venezia decadente di fine Ottocento. Il problema della cattiva, forse pessima illuminazione dei dipinti in Italia è sempre stato molto sentito dallo scrittore americano che, già quando era arrivato nella città lagunare nel 1869, aveva scritto una lunga lettera al fratello William in cui gli diceva che le opere di Tintoretto erano quasi sempre difficili da ammirare perché «atrociously hung & lighted»....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi