closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Operaio Fincantieri insultato e poi licenziato

Sestri Ponente. Interrogazione urgente di Sel al ministro Poletti sul caso di un guardia fuochi fatto oggetto di un'aggressione razzista. Ha reagito e l'azienda lo ha messo alla porta

Licenziato da Fincantieri per «insubordinazione». È accaduto a un guardia fuochi (cioè addetto alla sicurezza anti incendi) del cantiere di Sestri Ponente, che ha reagito all’insulto razzista proveniente da un caporeparto. Quest’ultimo, all’uscita dopo il turno notturno, avrebbe apostrofato il lavoratore dicendo: «Eh Napoli, bella la vita vero?», alludendo alle sue origini meridionali. L’operaio, che ha 42 anni ed è padre di due figli, ha reagito a tono, e dopo alcuni giorni ha ricevuto una lettera di licenziamento. La Fiom ha proclamato un’ora di sciopero, e la vicenda è oggetto di un’interrogazione parlamentare urgente di Barozzino e De Cristofaro (Sel)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.