closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«One Night in Miami», la storia dell’America black

Cinema. Il film di Regina King unisce nel confronto di una notte Malcolm X, Sam Cooke, Jim Brown, Muhammad Ali. Dalla piéce di Kemp Powers, nelle quattro figure iconiche la regista affronta il presente. Su Amazon Prime, il 15 gennaio

È il 25 febbraio del 1964, Cassius Clay è appena diventato campione del mondo battendo Sonny Liston messo al tappeto col mitico «pugno fantasma». È giovane, bello, sente che il mondo gli appartiene, il pubblico lo applaude e la stampa gli corre dietro. Lui però ha deciso di convertirsi all’Islam seguendo il suo amico e maestro, Malcolm X, diventerà Muhammad Ali anche se sa che la scelta non sarà facile per la sua immagine e per sé stesso. Ma non è questo che racconta il film di Regina King, premio Oscar per Se la strada potesse parlare nel suo film...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi