closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Omicidio Rocchelli, assolto definitivamente Markiv

Crimine di guerra impunito. La Cassazione respinge il ricorso della Procura. Il militare della guardia nazionale ucraina, già accolto come un eroe a Kiev, era stato condannato a 24 anni in primo grado ma si salva grazie a un vizio di forma. I genitori del fotoreporter pavese, ucciso insieme all’attivista russo Andrei Mironov, con al fianco la Fnsi: «Avanti determinati, troveremo nuove energie per continuare la battaglia»

Markiv ricevuto con tutti gli onori in Ucraina dopo la sua scarcerazione

Markiv ricevuto con tutti gli onori in Ucraina dopo la sua scarcerazione

La Corte di Cassazione ha respinto ieri il ricorso con cui la procura generale di Milano aveva cercato un anno fa di tenere aperto il procedimento sulla tragica fine di Andrea Rocchelli, il fotografo pavese del Collettivo Cesura ucciso il 24 maggio del 2014 dall'esercito ucraino assieme all'attivista russo Andrei Mironov. PER QUESTE DUE MORTI, nel 2019, il tribunale di Pavia aveva condannato a 24 anni di carcere un uomo della guardia nazionale, Vitaly Markiv, che il Ros di Milano aveva arrestato a Bologna due anni prima. Nel 2020 la Corte di Appello ha rovesciato la sentenza, scagionando Markiv «per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.