closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Omicidio Hattar, proteste contro il governo e la monarchia

Giordania. Manifestazioni e raduni dopo il brutale omicidio dello scrittore che aveva condiviso su Facebook una illustrazione ritenuta blasfema. Autorità accuate di flirtare con gli estremisti religiosi per garantirsi il controllo sociale

Si sono ritrovati in 400 ieri mattina davanti alla sede del governo per protestare contro l'assassinio dello scrittore Nahed Hattar compiuto domenica da un imam salafita. Proprio sotto le finestre dell'ufficio del primo ministro Hani al Mulki - (re)incaricato da re Abdallah dopo le elezioni del 20 settembre - che il mese scorso non aveva esitato ad appellarsi alla difesa della fede per condannare l'ateo Hattar, arrestato e rinviato a giudizio per avere condiviso il mese scorso su Facebook una illustrazione non contro l'Islam bensì contro l'Isis e l'uso che i jihadisti fanno della fede. Quella immagine, secondo la magistratura,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi